Trauma e Risarcimento, Guida Completa ai Tuoi Diritti

Il danno biologico è una lesione fisica o psicologica che subisce una persona in seguito all’azione di un terzo, anche in maniera indiretta.
Il danno può essere permanente e definitivo oppure anche solo momentaneo; può essere una lesione di piccola entità ma può anche essere il decesso della persona offesa.
Si distingue dal danno patrimoniale ed infatti viene definito danno non patrimoniale perchè non riguarda direttamente l’attività lavorativa, anche se chiaramente la condiziona in maniera più o meno importante.
Il danno biologico si può verificare in ogni azione della vita.
L’esempio più pratico e diretto è sicuramente il danno che si può causare durante un incidente e quindi un trauma stradale; la persona che subisce lesioni psicofisihe durante un incidente su strada ha diritto alla valutazione e determinazione delle lesioni subite.
Altro episodio purtroppo molto ricorrente è quello degli infortuni che si verificano sul posto di lavoro.

Prenota la visita medica, contattaci.

Il danneggiato può essere vittima di episodio di malasanità, ovvero quando l’azione di un medico o di una struttura sanitaria determinano nello stesso un danno alla salute per una malapratica sanitaria; l’errore può essere nella diagnosi, nella prognosi o nella terapia.
Anche una aggressione sia essa fisica che verbale può determinare un danno biologico.
Il danno biologico riguarda uno degli aspetti del nostro vivere quotidiano. qualsiasi alterazione della capacità di fare, essere ed apparire rientra nel danno biologico.
Il soggetto interessato al danno può perdere la capacità di deambulare, subire delle lesioni che ne alterano l’aspetto fisico, azioni che ne provocano la perdita di svolgere regolarmente le attività quotidiane e lavorative e/o le capacità dinamico relazionali.
Nella determinazione del danno biologico bisogna partire dalla individuazione del nesso di causalità ovvero dalla certificazione che le conseguenze sono direttamente connesse all’evento.
Quindi è necessario conoscere accuratamente le condizioni pre trauma del paziente.
Ciò che infatti viene riconosciuto come risarcimento è proprio la differenza tra il punto di partenza del soggetto e la condizione finale dello stesso.
Il calcolo del danno biologico avviene dando un punteggio al danno subito e per ogni punto viene corrisposta una somma in denaro.
L’azione risarcitoria si può accompagnare ad un’azione giuridica sia di natura civile che di natura penale; va da se che mentre in abito civile nel caso del danno biologico si segue la regola che cosa è più probabile che sia accaduto, in ambito penale una eventuale condanna deve avvenire oltre ogni ragionevole dubbio.

dott. Pasquale Bacco

Hai bisogno di un consulto medico?

Prenota subito