Dal gioco d’azzardo ai social, una dipendenza multiforme

Si intende per ludopatia una dipendenza comportamentale per lo più collegata al gioco, in particolare il gioco d’azzardo.
Si deve però precisare che la ludopatia rappresenta anche la dipendenza più o meno marcata dai social network con ossessiva compulsiva azione negli stessi, dall’attività di acquisti online, dai giochi elettronici anche senza utilizzo di denaro e da contenuti per lo più sessuali presenti nel web.

Cause

Il paziente ludopatico è un soggetto che ha perso completamente od in parte la capacità di rinunciare al gioco inteso anche come scommessa; tale soggetto non riesce a controllare la voglia, che diventa a questo punto necessità, di giocare o usufruire di contenuti web.
L’impulso di accedere al gioco diventa irrefrenabile ed ingestibile. Tale necessità viene prima di qualsiasi attività quotidiana del paziente. I ludopatici, nei casi più gravi, iniziano a disinteressarsi di se stessi e degli affetti, trascurando dalla più semplice igiene quotidiana, al lavoro al rapporto anche con i prorpi figli.
Sintomi
Il ludopatico avverte un senso di euforia, eccitazione, soddisfazione, divertimento quando gioca o anche quando si avvicina la possibilità di giocare.
Al contrario presenta ansia, depressione e frustrazione ogni qual volta si distacca dal gioco o è impossibilitato a giocare.
L’unica soddisfazione personale si materializza nell’atto del gioco; nessun altra attività o rapporto riesce a soddisfare in egual misura.
Tale manifestazione clinica è assoluta ed impedisce al soggetto di essere razionale ed è soprattutto indipendente dalla perdita di denaro; tale evenienza non produce nel soggetto grandi preoccupazioni se non quelle di doversi procurare altri soldi al solo fine di riprovare la sensazione di godimento che gli procura il gioco.

Prenota la visita medica, contattaci.

Cure e Trattamenti

Il paziente ludopatico deve essere affrontato e considerato a tutti gli effetti un malato. Dalla ludopatia, in particolar modo quella in fase avanzata e che ha gia ampiamente condizionato tutta la vita del paziente, si può guarire ma raramente questo avviene con le sole forze del paziente. La terapia si basa su di un approccio multidisciplinare che tenga conto soprattutto dell’aspetto psichiatrico con supporto di terapia comportamentale e farmacologica.
E’ molto importante che il paziente non venga solo colpevolizzato ma che prenda con impegno la via terapeutica.
Purtroppo in questo tipo di patologia, come in generale in quasi tutte le malattie a carattere psichiatrico, è molto frequente la possibilità di una ricaduta, soprattutto se il paziente non comprende che la terapia e l’attenzione vanno conservate per tutta la vita.

dott. Pasquale Bacco

Hai bisogno di un consulto medico?

Prenota subito